privacy

Il diritto all’oblio ha valore mondiale

Un passo avanti per la tutela degli utenti della Rete.

Grazie all’ordinanza 7745 pubblicata il 24 novembre 2022 gli utenti vedono rafforzato il proprio diritto ad essere dimenticati dalla Rete.

Per la Suprema Corte, infatti, il diritto all’oblio deve valere per ogni versione dei motori di ricerca anche extra UE.

Chi vedrà riconosciuto il proprio diritto all’oblio potrà pretendere che i link non siano indicizzati da nessun Paese del mondo.

Un traguardo importante verso la tutela della riservatezza online.

Se vuoi avere ulteriori informazioni, contattaci scrivendo a: marisa@studiolegalemarraffino.com

Diritto dell'informatica

20.06.2024

App Ten Ten: rischi e note legali

Leggi di più

Diritto dell'informatica

29.05.2023

Festival dell'Economia di Trento

Leggi di più